La Connessione Creativa

Anno di Pubblicazione: 1970

Ho curato personalmente la pubblicazione italiana de “La Connessione Creativa” di Natalie Rogers, scrivendone anche la prefazione.

Natalie Rogers, figlia di Carl Rogers,fondatore della Terapia centrata sulla Persona, è una psicologa Arte terapeuta che sulla base delle teorie paterne, ha ideato una modalità di fare Arteterapia in cui connette più linguaggi artistici.

L’arte terapia, come relazione di aiuto a mediazione artistica, guarda all’individuo nella sua dimensione olistica e dunque nella sua interezza; il corpo, in questo metodo, non solo è un mezzo di espressività così come lo è l’arte ma si integra ad esse con la naturalezza che solo la creatività può restituire.

Su Amazon

Praticare il perdono

Anno di Pubblicazione: 1970

Il perdono ci apre a nuove possibilità di vita. In quanto atto intimo, che giova principalmente a chi lo compie, il perdono consente di scoprire gli effetti positivi che l’offesa avrà prodotto nella propria vita.

Il perdono, quindi, è solo l’ultimo atto che comporta un lungo cammino, che conduce al benessere personale attraverso un radicale cambiamento di prospettiva. In tal senso il perdono si pratica, con costanza e perseveranza, per restituire a noi stessi la quiete interiore che meritiamo passando per una ri-evoluzione personale.

Massaggio bioenergetico emozionale

Anno di Pubblicazione: 2018

Editore: BookSprint

Su Amazon

Il vissuto esistenziale di ciascuno è inciso nella mente e nel corpo, elementi fortemente connessi tra di loro. Il massaggio bioenergetico emozionale, che fa propri gli insegnamenti di Alexander Lowen e Wilhelm Reich, agisce su determinati segmenti del corpo e permette lo scioglimento delle tensioni e dei blocchi energetici. Obiettivo del massaggio bioenergetico emozionale è il raggiungimento del benessere psicofisico attraverso l’instaurazione di una relazione di empatia tra massaggiatore e paziente e l’uso mirato di manualità che dovranno tenere sempre conto delle specificità di chi ricorre al massaggio. Il complesso compito di chi pratica il massaggio bioenergetico emozionale sarà quello di individuare il tipo caratteriale del massaggiato, e di metterlo poi da parte, lasciando così spazio all’individualità e al libero fluire delle emozioni attraverso il contatto fisico.