Warning: Declaration of ElementorPro\Modules\Posts\Skins\Skin_Content_Base::register_controls(Elementor\Widget_Base $widget) should be compatible with Elementor\Controls_Stack::register_controls() in /home/customer/www/annicacerino.com/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/theme-builder/widgets/post-content.php on line 30
Il tempo è ciclico - Annica Cerino
sementi-prato-naturale

Il tempo è ciclico

Ogni ciclo energeticamente ha un inizio, una fase crescente, un picco massimo e una fase decrescente, per poi ricominciare da capo. La luna con il suo movimento ce lo mostra nell’arco di un mese.

C’è un tempo per ogni cosa, ma se ci cristallizziamo in un tempo che non c’è più, ci condanniamo ad una grande amarezza e malinconia.

C’è il tempo dell’assenza che deve trovare il suo posto e poi sedimentarsi dentro, come parte di noi.

C’è il tempo del cambiamento, che con i suoi impercettibili movimenti ci naviga verso nuove ed inesplorate spiagge. Il cambiamento è impercettibile e invisibile. È  un moto interiore, silenzioso, riservato e perseverante. È ineluttabile. È inutile ostinarci nella resistenza passiva.

C’ è il tempo in cui si fa un salto nell’ignoto. Che è la risposta a quel desiderio di nuovo, la voglia di aprire la finestra e far entrare l’aria fresca del mattino, quando il sole inizia a stiracchiare i suoi raggi tra le foglie degli alberi. Quella novità non è fuori, alberga dentro di noi da chissà quanto tempo, ma ora sta assaporando il coraggio di lanciarsi fuori.

C’è il tempo in cui si teme di sbagliare, ma abbiamo bisogno di perdere l’equilibrio per un attimo per andare oltre. Spogliarci delle rigidità, che siano orgoglio, credenze, o convinzioni, oramai sono forme di pensiero granitiche che frenano l’impulso in avanti.

C’è il tempo per i dubbi. E finché ci sono i dubbi c’è disorientamento, confusione, è il momento in cui ci sentiamo più vulnerabili, ma è anche il tempo in cui fa capolino il desiderio di accettare la sfida. Di attraversare la distanza, di fare un passo o molti passi. E rischiare.

Poi arriva il momento della sincerità e questo è il tempo più lento ad arrivare perché riguarda il sentire non il capire. È il tempo che ha dovuto attraversare molte notti buie e sentieri ciottolosi sotto un cielo non sempre limpido.

Il tempo è ciclico, dove ci sarà una fine avverrà ancora un inizio.

E quello che verrà non sarà un tempo supplementare, ma farà parte della partita.

condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
Condividi su whatsapp