Warning: Declaration of ElementorPro\Modules\Posts\Skins\Skin_Content_Base::register_controls(Elementor\Widget_Base $widget) should be compatible with Elementor\Controls_Stack::register_controls() in /home/customer/www/annicacerino.com/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/theme-builder/widgets/post-content.php on line 30
Il viaggio: dialogo evolutivo con se stessi - Annica Cerino
Agenzia

Il viaggio: dialogo evolutivo con se stessi

La parola ARMONIA dice il vocabolario Treccani è: “Consonanza di voci o di strumenti; combinazione di accordi, cioè di suoni simultanei, che produce un’impressione piacevole all’orecchio e all’animo”

La parola deriva dal latino e il suo significato etimologico è “giuntura”, dunque unione.

Connessionoe mente, corpo, ambiente è preludio di uno stato di grazia in cui tutto si svolge in maniera fluida, pressochè inconscia e spontanea, quando tutto è in ordine e in equilibrio i confini si perdono, l’esperienza quasi si spersonalizza, l’uomo ritrova la sua originaria congiunzione con la natura che gli consente di utilizare al meglio le sue capacità razionali, ma soprattutto di recuperare e avvalersi di quelle irrazionali e più istintuali.

I territori sconosciuti, quanto più saranno attarversati, visitati, tanto più saranno conosciuti e minori saranno le variabili di intervento imprevisto e disarmante. Ma la landa sconosciuta non può soltanto nuocere, bensì è fonte creativa, contiene soluzioni innovative, informazioni utili, è mistero che illumina. E’ illusione che vivifica.

L’Armonia si compone del giusto equilibrio di parti consce ed inconsce, di conosciuto e sconosciuto, di razionale ed istintuale, di tragitti già solcati e altri ancora da calpestare.

Una volta compreso il presente, il possibile, ed il futuro, come realizzare tali passaggi?

Occorre fluttuare. Oscillare tra i vari elementi che compongono questo viaggio tra una dimensione e l’altra. Occorre essere flessibili e morbidi. Il viaggio, in questo senso, è un vero e proprio processo cioè cambiamento, trasformazione, crescita: non si tratta di inglobare semplicemente nuove informazioni nella nostra mente, ma aprrendere, inteso come conoscenza che trasforma. Conoscenza capace di modificare il nostro atteggiamento mentale, rendendo le nostre mappe cognitive o strutture conoscitive il più malleabili e adattabili possibile, di dotarlo di tutte quelle capacità necessarie a fronteggiare in maniera adeguata le incognite che si possono presentare.

Dice Giuseppe Vercelli in un suo libro “L’intelligenza Agonistica“: ” Il vero diktat oggi non è solo e semplicemente il possedere tutti gli strumenti necessari, ma saperli utilizzare: trovare quella connessione interiore che consente di ascolatre l’esterno.

condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
Condividi su whatsapp