Warning: Declaration of ElementorPro\Modules\Posts\Skins\Skin_Content_Base::register_controls(Elementor\Widget_Base $widget) should be compatible with Elementor\Controls_Stack::register_controls() in /home/customer/www/annicacerino.com/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/theme-builder/widgets/post-content.php on line 30
Mi serve o ho bisogno? - Annica Cerino
cat-4539329_960_720

Mi serve o ho bisogno?

C’è una bella differenza dal dire “Mi serve” ed “Ho bisogno”.
La prima espressione rivela che chi parla considera l’altro come uno strumento utile, disconoscendogli, in maniera più o meno inconscia, un suo valore personale e una propria complessiva sensibilità. 
In questa accezione l’altro è visto come un oggetto funzionale ai propri scopi, come se questi avessero la priorità su tutto, ignorando il valore dell’altro, si è quindi nell’infantile pretesa che tutto è dovuto, proprio come per i bambini. 
Ciò che ricevono è dunque tutto ovvio e scontato e pertanto senza valore. 
Il vero salto evolutivo è quando si riesce a dire “Ho bisogno”, a quel punto si diventa adulti.

L’adulto è colui che riconosce di non essere al centro dell’universo e il mondo non gira intorno a sé e alle sue necessità. E’ sufficientemente in contatto con se stesso e ai suoi reali bisogni emotivi, che può vivere solo all’interno di una relazione ed è quindi anche in grado di valorizzare ciò che gli viene donato da quella specifica persona. 


L’altro, in quanto specifico, non è interscambiabile. 


Il vero salto evolutivo è ammettere di aver bisogno e non che l’altro mi serve. Accettare di aver bisogno. 
A questo punto la mia ammissione mi restituisce il mio valore personale, quello di essere umano.

“Il curioso paradosso è che quando mi accetto per come sono, allora posso cambiare”. (Carl Rogers)

condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
Condividi su whatsapp